Executive Program – Lean Transformation

Executive Program – Lean Transformation

Le competenze motivazionali e comportamentali per governare  percorsi di Lean Transformation in produzione.

Si può fare di più… ma con meno. Ridurre gli sprechi, aumentare la produttività, essere più competitivi. Questo l’obiettivo. Non un programma di riduzione costi, ma una strategia di gestione delle organizzazioni con un approccio di miglioramento continuo dei processi. Motivazione e coinvolgimento delle persone: questi gli ingredienti base per una trasformazione snella. Riconoscere, saper gestire e indirizzare i comportamenti individuali di adesione, indifferenza o rifiuto al cambiamento, impliciti o espliciti, è una qualità distintiva di chi si pone come promotore della trasformazione. Compito quindi dei manager è abbinare alle riconosciute abilità tecniche le competenze motivazionali necessarie a gestire la squadra e a migliorare le prestazioni. Se è vero che l’obiettivo finale è l’ultima riga del conto aziendale, è altresì vero che il cambiamento e la trasformazione devono partire dalle persone e da chi le gestisce.

PROGRAMMA

Modulo 1
TOYOTA WAY: i principi fondanti del Toyota Production System per stimolare e formare il capitale umano

Le origini della filosofia Toyota. Il concetto di Toyota Way e i suoi cinque principi. Genchi Genbutsu–Kaizen-Challenge-Teamwork-Respect. I principi del modello e le relative ricadute sul sistema delle conoscenze, delle abilità e delle motivazioni per tradurre i principi in comportamenti. Le persone al centro: Monozukuri e Hitozukuri. La competenza motivazionale quale leva per governare, orientare e gestire progetti di cambiamento.

Modulo 2
Orientamento e guida: leadership, consapevolezza ed esempio

La competenza come combinazione di conoscenze, abilità e motivazioni. Il saper essere quale fondamento per orientare e guidare le risorse nei percorsi di cambiamento.  La capacità di influenzare i comportamenti: la leadership quale competenza distintiva per animare e governare i fattori e le risorse nei progetti di miglioramento.
Il servant leader: fra Hitozukuri e Toyota Way per promuovere uno stile di leadership i cui fondamenti sono riconducibili al rispetto, alla consapevolezza ed all’esempio.

Modulo 3
Comunicazione, condivisione e team working: l’atteggiamento come competenza distintiva del servant leader

La disponibilità individuale di offrire soluzioni comportamentali e relazionali utili alla sensibilizzazione ed al coinvolgimento. Vedersi, osservarsi, riconoscere se stessi: valutare il proprio atteggiamento per individuare l’efficacia delle proprie azioni.  Spostare l’attenzione dalle forme di comunicazione al contenuto della comunicazione, rendendo visibile la necessità/utilità di rendere espliciti contributi, obiettivi e risultati. Come favorire la tensione al contributo individuale durante i progetti di cambiamento: le strategie di coinvolgimento. Come alimentare la capacità di integrare le energie del gruppo e favorire la costruzione di legami positivi e solidi.

Modulo 4
La passione per il cambiamento: curiosità, desiderio e sfida 

La curiosità quale competenza propedeutica all’innovazione ed al miglioramento continuo: la capacità del leader di promuovere, alimentare e valorizzare i contributi di apertura, disponibilità al “nuovo” e ricerca.
I cinque perché: rendere confortevole e routinario il disagio nell’ affrontare situazioni non abituali, evidenziando il valore e la ricchezza dello sforzo prodotto e la capacità di affrontare nuove sfide.  Promuovere la curiosità e la sfida come valori, affinché si identifichino con la motivazione professionale.
La routine del problem setting e del problem solving.

Modulo 5
L’autorevolezza per la creazione del consenso e la gestione costruttiva del conflitto

Il coinvolgimento partecipativo come fondamentale presupposto per la creazione del consenso.
La capacità di fare squadra tramite la valorizzazione dei contributi individuali e delle competenze del team. La gestione non conservativa del conflitto: il dissenso come un’ulteriore opportunità per alimentare il consenso. L’attrito costruttivo.
La gestione delle resistenze al cambiamento: autorevolezza, autorità e potere quali strumenti per superare le tensioni ed i conflitti.  Le strategie di influenza al cambiamento e di superamento delle resistenze.

Ai partecipanti con almeno l’80% della frequenza verrà rilasciato un attestato di frequenza e un Open Badge.

 

Chiedi informazioni su questo corso

Il tuo ruolo*

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Più info

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close